Passa ai contenuti principali

Gli organizzatori dell’Enya Christmas Show: l’evento avrà luogo

kauno_diena_logoLa querelle trio VS organizzatori dell’Enya Christmas Show  sembra essere giunta alla fine. Il sito lituano Kauno diena riporta che i promotori dell’evento – per rassicurare le quasi 3000 persone che hanno già acquistato il biglietto – garantiranno il normale svolgimento del concerto per la data prevista (sabato 14 dicembre). Soli pochi giorni fa avevamo assistito all’attacco diretto di Enya, Nicky Ryan e Roma Ryan contro gli organizzatori motivata da questioni legate all’utilizzo improprio del nome e dei brani della cantante irlandese nel suddetto show (Il trio contro il concerto tributo lituano). Cosa è successo nel frattempo? E’ quello che cercherò di spiegarvi qui di seguito.
L’associazione lituana di gestione del copyright (LATGA) ha pubblicamente rilasciato l’autorizzazione per la preparazione dell’Enya Christmas Show, nonché quella di far eseguire live alcuni brani del repertorio di Enya. Gli organizzatori sono rimasti però sorpresi nell'apprendere che in questo caso specifico sia necessario il diretto consenso della cantante. Come mai tale sorpresa? Perché secondo loro – probabilmente basandosi su altre autorizzazioni concesse dalla LAGTA – per riprodurre i brani musicali di un determinato artista non c’è bisogno di permessi speciali o la benedizione dello stesso. Per quanto riguarda l’uso del nome di Enya nell'evento gli organizzatori hanno precisato che esso riguarda solo il concerto ed è quindi circoscritto all'orchestra, ai cinque cantanti per un totale di 40 persone presenti sul palco e comprende anche la promozione dello stesso mediante pubblicità.
La società promotrice del concerto (AdCola) ha riconosciuto di aver infranto il copyright impiegando i brani di Enya negli spot mandati in onda nei giorni scorsi (presenti anche su YouTube sul canale AdCola AdE); la stessa avrebbe inoltre già provveduto a rimediarvi con il pagamento per poterne usufruire senza problemi e a breve firmerà tutti i documenti necessari affinché la questione sia definitivamente risolta.
La settimana scorsa si è svolto a Riga (capitale della Lettonia) un incontro tra i rappresentanti della EMI Music Publishing e Sony/ATV Publishing e quelli della MicRec (Microphone Records) nel quale si è raggiunto un accordo per porre fine alla vicenda – ovvero il pagamento dei diritti d’autore. Che cosa c’entra la città lettone in tutto questo? La MicRec è la più conosciuta etichetta discografica e società di distribuzione della musica lettone fondata nel 1993. Dal 1996 la MicRec ha un accordo di licenza con la EMI Group per la promozione e la commercializzazione degli artisti EMI e Virgin nei paesi baltici. La MicRec ha inoltre una divisione editoriale, la MicRec publishing, sub-editrice per la EMI Music Publishing e Sony/ATV Publishing (nel 2011 la Sony ha acquisito la EMI). Come alcuni di voi sapranno la EMI detiene il catalogo delle canzoni di Enya che sono protette da copyright; quindi la sede lettone è quella preposta nei paesi baltici a discutere i casi di artisti EMI o Virgin.

Commenti

Post popolari in questo blog

Celebrazione del 30° anniversario di Shepherd Moons

  Ieri pomeriggio la pagina FB ufficiale ha dato notizia della celebrazione per oggi del 30° anniversario dall'uscita dell'album Shepherd Moons (1991) .  Come già avvenuto l'anno scorso per il 20° anniversario A Day Without Rain (2020)  la celebrazione avverrà sul canale ufficiale della cantante  EnyaTV (YouTube)  con un "watch party" che prenderà avvio dalle ore 14:30 BST (British Summer Time, le ore 15:30 in Italia).  Nell'annuncio, che trovate subito sotto, non si è fatta menzione su ciò che verrà mostrato; probabilmente si tratterà dei video relativi ai singoli estratti dall'album quali  Caribbean Blue  (1991),  How Can I Keep from Singing?  (1991)  Book of Days  (1992) e  Marble Halls  (1994) e forse nella pubblicazione di materiale inedito.  Link diretto all'evento su YouTube Enya - Shepherd Moons 30th Anniversary Watch Party Fonti:  Enya (official FB page) ,  EnyaTV (YouTube)

Il video "ufficiale" di Watermark

Nel pomeriggio di ieri alle ore 17:30 (ora locale italiana) sul canale ufficiale  YouTube   di Enya  è stato pubblicato il video "ufficiale" di Watermark . Siamo rimasti un po' perplessi - come del resto molti fan di lunga data - del rilascio di questo video. Era davvero necessario fare un video a 33 anni dalla pubblicazione dell'album che ha reso celebre la cantante irlandese nel mondo? No, non era proprio il caso.  Il video mostra i bellissimi panorami della terra di smeraldo girati mediante l'ausilio di un drone; fin qui tutto bene senonché si è deciso di utilizzare come effetto di transizione l'effetto pittura già visto e abbondantemente utilizzato in Orinoco Flow , Caribbean Blue  e Book of Days . Nel video vengono inoltre mostrate cartine dell'Irlanda (tra cui quella della contea del  Donegal , la contea originaria della famiglia di Enya ) e questo ha subito rimandato al lyric video di May It Be .  Sarebbero bastate le sole immagini girate dal drone

20° anniversario di May It Be

Giovedì scorso sui canali social della cantante si dava notizia della celebrazione del 20° anniversario dall'uscita di May It Be  e della prossima ristampa in vinile del singolo. Brano portante della colonna sonora del primo film della trilogia tolkeniana   The Lord of the Rings - The Fellowship of the Ring  (2001) diretto da Peter Jackson , il singolo fu rilasciato nel 2002.  La canzone - che contiene parti di testo in inglese e parti in una fittizia lingua elfica ( Quenya ) inventata da J.R.R. Tolkien  - raggiunse la vetta nella classifica dei singoli tedeschi nel 2002 e ricevette ben tre nomination ( Academy Award for Best Original Song ,  Golden Globe Award for Best Original Song   e  Grammy Award for Best Song Written for Visual Media ) e vinse due premi ( the Las Vegas Film Critics Society Award for Best Song , Critics' Choice Movie Award for Best Song ). Il 24 Marzo 2002 Enya  ebbe l'onore di esibirsi live alla 74 edizione degli Academy Awards svoltasi nel  Kodak