Passa ai contenuti principali

Moonshadows (1991)

Enya_Moon_shadowsPrima raccolta video ufficiale pubblicata nel 1991 che include i video dei quattro singoli estratti da Watermark (1988) ed uno solo estratto invece da Shepherd Moons (1991) per un totale di cinque video (si veda la tracklist). Ad introdurre la raccolta alcuni secondi di Watermark con l’immagine della cover di questo album, mentre in chiusura è utilizzato il brano Shepherd Moons che accompagna un video con i titoli di coda (si tratta di una sorta di montaggio che comprende alcune foto tratte dalla promozione dell’album del ‘91 – tra cui anche la cover di Shepherd Moons – alternate ad immagini di pianeti, stelle e comete, nonché i credits di ciascun video e ringraziamenti). Moonshadows verrà rilasciata su supporto Laserdisc e VHS. Il Laserdisc – predecessore del DVD e dalle dimensioni simili a quelle di un LP da 33 giri – è stato destinato dapprima al mercato giapponese (1991) e poi americano (1992). La versione giapponese avrà come cover la stessa immagine impiegata per il VHS (anche se tagliata per via del differente formato) con l’aggiunta di due card: una di esse conterrà una foto di Enya, l’altra i testi delle canzoni con la loro traduzione in giapponese (immagini alla fine del post). Per la versione americana è stata invece utilizzata la cover dell’album Shepherd Moons (immagine alla fine del post). Per quanto riguarda la cover del VHS una differenza che si riscontra è nel colore del logo che se nella versione Moonshadows_japdestinata al mercato inglese appare grigio metallizzato (come nella copia in mio possesso) in quella americana, edita nel 1992, è semplicemente bianco (come anche nel Laserdisc
delle edizioni giapponese e americana); altra differenza tra la versione americana e le altre è data dal contenitore: negli USA il VHS è inserito in un cofanetto cartonato, mentre in quella inglese è di plastica trasparente. Anche la versione del VHS giapponese del 1991 – così come anche la ristampa del 1997 – conterrà un foglio con i testi delle canzoni in inglese e giapponese e la foto promozionale che ritrae Enya.

AGGIORNAMENTO: Tra le altre versioni esistenti di questa raccolta sul sito Discogs ho trovato anche un CDV pubblicato dalla Warner Music Taiwan nel 1991; il titolo però non è Moonshadows ma Enya – Shepherd Moons come l’album. La tracklist contiene gli stessi video delle suddette versioni ed il CDV è contenuto in una normale custodia per CD. La grafica è la stessa utilizzata per l’album del 1991 con qualche cambiamento (immagini a fine post).

TRACKLIST
  1. Orinoco Flow *
  2. Exile *
  3. Storms In Africa *
  4. Evening Falls… *
  5. Caribbean Blue **
Total Playing Time: 23:42
* da Watermark (NB la versione di Storms In Africa è quella in inglese che in questo caso è stata riportata senza la dicitura (Part II) | ** da Shepherd Moons.

CREDITS
Directed by Michael GeogheganProduced by M-Oceans Ltd.
Songs written by Enya/Roma Ryan
Published by Emi Songs Ltd.
Sound recordings produced by Nicky Ryan

Laserdisc (Japan)

Moons_Jap_L_01   Moons_Jap_L_02   Moons_Jap_L_03
Moons_Jap_L_04   Moons_Jap_L_05   Moons_Jap_L_06
Moons_Jap_L_07   Moons_Jap_L_08


Laserdisc (USA)
Moons_US_L_09

CDV (Taiwan)
Enya_SM_Tai_01  Enya_SM_Tai_02
Enya_SM_Tai_03   Enya_SM_Tai_04

Commenti

Post popolari in questo blog

Celebrazione del 30° anniversario di Shepherd Moons

  Ieri pomeriggio la pagina FB ufficiale ha dato notizia della celebrazione per oggi del 30° anniversario dall'uscita dell'album Shepherd Moons (1991) .  Come già avvenuto l'anno scorso per il 20° anniversario A Day Without Rain (2020)  la celebrazione avverrà sul canale ufficiale della cantante  EnyaTV (YouTube)  con un "watch party" che prenderà avvio dalle ore 14:30 BST (British Summer Time, le ore 15:30 in Italia).  Nell'annuncio, che trovate subito sotto, non si è fatta menzione su ciò che verrà mostrato; probabilmente si tratterà dei video relativi ai singoli estratti dall'album quali  Caribbean Blue  (1991),  How Can I Keep from Singing?  (1991)  Book of Days  (1992) e  Marble Halls  (1994) e forse nella pubblicazione di materiale inedito.  Link diretto all'evento su YouTube Enya - Shepherd Moons 30th Anniversary Watch Party Fonti:  Enya (official FB page) ,  EnyaTV (YouTube)

The Very Best of Enya su vinile

Il vinile, doppio, del  The Very Best of Enya è in preordine su  Amazon.com ,  Elusive Disc  e  Music Direct . La data di pubblicazione è il 19 maggio prossimo - salvo sempre possibili modifiche - ed è la stessa per i vinili di A Day Without Rain e Amarantine  (per maggiori info vi rimandiamo al post  A Day Without Rain e Amarantine su vinile ). La versione in vinile contiene 19 tracce, tra cui la bonus track Oíche chiúin (Chorale) ; la traccia in questione era stata inclusa nella versione standard del CD rilasciato nel 2009 e destinata solo all'edizione canadese, statunitense e inglese ( The Very Best of Enya (2009) ). Link diretti: Amazon.com : The Very Best of Enya  (prezzo: $ 20.74 pari a € 19.53* più spese di spedizione)  Elusive Disc : The Very Best of Enya  (prezzo: $ 22.99 pari a € 21.65* più spese di spedizione)  Music Direct : The Very Best of Enya   (prezzo: $ 22.99 pari a € 21.65* più spese di spedizione) * totale euro al cambio odierno Fonti: Ama

Il video "ufficiale" di Watermark

Nel pomeriggio di ieri alle ore 17:30 (ora locale italiana) sul canale ufficiale  YouTube   di Enya  è stato pubblicato il video "ufficiale" di Watermark . Siamo rimasti un po' perplessi - come del resto molti fan di lunga data - del rilascio di questo video. Era davvero necessario fare un video a 33 anni dalla pubblicazione dell'album che ha reso celebre la cantante irlandese nel mondo? No, non era proprio il caso.  Il video mostra i bellissimi panorami della terra di smeraldo girati mediante l'ausilio di un drone; fin qui tutto bene senonché si è deciso di utilizzare come effetto di transizione l'effetto pittura già visto e abbondantemente utilizzato in Orinoco Flow , Caribbean Blue  e Book of Days . Nel video vengono inoltre mostrate cartine dell'Irlanda (tra cui quella della contea del  Donegal , la contea originaria della famiglia di Enya ) e questo ha subito rimandato al lyric video di May It Be .  Sarebbero bastate le sole immagini girate dal drone